Come fare un orto biodinamico: tutti i dettagli utili

Orto biodinamico

Come fare un orto biodinamico sinergico.

Fare un orto biodinamico non è difficile, ma prima di poterne realizzare uno è necessario informarsi bene su cosa significhi esattamente “agricoltura biodinamica” e sulle sue caratteristiche. Questo tipo di coltivazione mira a salvaguardare al meglio la salute del terreno, rispettando tutti i dettagli relativi alla catena naturale, come la presenza di insetti utili, la possibilità di evitare l’utilizzo di sostanze chimiche dannose alla terra, e altre particolarità.

Come fare un orto biodinamico: cos’è e le caratteristiche

Un orto biodinamico è un tipo di orto che utilizza solo prodotti naturali per il terreno, evitando l’utilizzo di fertilizzanti chimici, o persino quelli composti da zolfo e rame. In realtà, questa non è l’unica caratteristica di un orto biodinamico. Per realizzare quest’ultimo, si dovrebbero addirittura piantare i semi seguendo la posizione della Luna e di quelle dei pianeti. Oltre a questo, sarebbe necessario studiare con attenzione i vari e possibili luoghi dove piantare i semi: tutte le piante vicine tra loro, devono essere posizionate in modo che possano aiutarsi reciprocamente a crescere.

Per fare un esempio, le rose andrebbero piantate accanto agli uliveti, perché presentano delle proprietà che permettono subito di capire se nel terreno ci sono sostanze dannose per l’ulivo. Se si coltivano ortaggi, si deve invece sottolineare che il pomodoro deve stare vicino al prezzemolo perché il secondo aiuterà il primo a crescere in modo sano. Un altro piccolo consiglio risiede nel coltivare una pianta di aglio vicino a una di patate, perché la prima allontanerà gli insetti nocivi dalla seconda.

Come fare un orto biodinamico: altre informazioni importanti

Con un orto biodinamico si possono coltivare sia fiori, sia ortaggi, sia frutti. L’importante è sempre seguire le particolari indicazioni dell’agricoltura biodinamica. Capire il sistema di quest’ultima, non è difficile, ma si deve fare attenzione. Un particolare fattore è la rotazione: questa è fondamentale nell’orto biodinamico, ed è una pratica molto antica, che addirittura risale a prima del Medioevo.

Precisamente consiste nel coltivare un certo elemento in un certo punto del terreno, spostando però la stessa coltivazione in un altro pezzo di terra, l’anno successivo. Ruotando, le diverse piante permetteranno alle zolle di ricevere tutte le componenti necessarie per essere in piena salute. Importante anche ricordare che per ottenere un perfetto orto biodinamico, si deve cercare di non zappare il terreno, in modo che si eviterà di alterare l’equilibro delle sostanze nutrienti della terra.

Una ottima guida potrebbe essere –> Manuale pratico di agricoltura biodinamica. Troverete spiegazioni complete per un mondo come il biologico e biodinamico che è molto vasto e interessante. Ideale per per tutti gli agricoltori, giardinieri o chiunque voglia avvicinarsi a questo tipo di agricoltura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui