Bambini: come rendere sicura la casa ed evitare pericoli

Rendere la casa sicura per i bambini richiede una particolare attenzione ed anche diversi accorgimenti. Per i piccoli infatti quello che può sembrare non pericoloso, in realtà lo può diventare. Per questo motivo, è bene pensare ad ogni possibile modo per rendere la propria abitazione lontana dai pericoli. Ci sono alcuni ambienti che richiedono una maggiore protezione, come ad esempio la cucina, ma anche gli altri non devono essere sottovalutati.

Rendere sicura la casa: come fare

Gli esperti si raccomandano di seguire alcune regole per evitare possibili danni ai bambini, mentre giocano tranquillamente in casa.

Prima di tutto, ci si deve assicurare di dotare l’abitazione di rilevatori di fumo, di gas, e soprattutto fornirla di diversi salvavita. Quest’accortezza in realtà serve per garantire la sicurezza di tutti i membri della famiglia, non solo di quella dei bambini.

Altro consiglio è quello di porre tutti i detersivi o comunque contenitori con sostanze tossiche, chimiche, alcool, tabacco, pile esauste, sacchetti di plastica, fascette per cavi, lontano dai luoghi accessibili ai bambini. Questo significa che l’ideale sarebbe porre questi oggetti in posti alti oppure in armadietti chiusi a chiave.

Importantissimo anche il fatto di dover proteggere gli spigoli dei mobili oppure dei muri con apposite coperture. Queste ultime di solito sono in gomma e servono proprio per essere inserite, con tanto di adesivo, sugli angoli pericolosi. Trovate questi comodi kit sicurezza su Amazon

Per i bambini possono essere pericolose anche alcune piante presenti in casa: prima di sistemarle all’interno dell’abitazione, oppure anche all’esterno, sui balconi, assicurarsi che non siano dannose o che il proprio figlio non sia allergico.

Attenzione anche agli elettrodomestici: questi devono essere dotati di apposito marchio IMQ oppure CE, sigle che assicurano che si tratta di dispositivi sicuri. In ogni caso, sicuri o meno, questi oggetti dovranno essere lontani dai bambini. Evitare che la televisione oppure la radio, il computer, siano su strutture pericolanti, o comunque posizionati su basi instabili. L’ideale sarebbe sistemarli affinché il bambino non abbia mai la possibilità di farsele cadere addosso.

Rendere sicura la casa: altri consigli

Un’altra forma di sicurezza riguarda le scale o anche qualsiasi altro tipo di accesso alle stanze, soprattutto se dotato di gradini: queste parti devono essere sempre ben illuminate. Importantissimo anche il fatto di tenerle sempre libere da ostacoli, in modo che si possano evitare cadute. Se necessario, fornire alcune entrate di appositi cancelletti, in modo che il bambino non vi acceda.

Ricordarsi anche di munire porte, finestre e vetri con apposite pellicole protettive e con sistemi che non permettano l’apertura improvvisa da parte dei piccoli. Per non far cadere il bambino, ma anche per evitare cadute da parte degli adulti, possono essere utili dei tappeti antiscivolo.

Da non dimenticare anche di togliere tutte le chiavi alle porte: basta un attimo di distrazione, e il bambino potrebbe anche chiudersi dentro una stanza senza volerlo, o addirittura potrebbe ingerire la chiave.

Un discorso a sé merita l’ambiente della cucina: questo viene considerato quello più pericoloso della casa, e prima di tutto si deve sistemare una protezione apposita sui fornelli. Questo sistema permette al bambino di non toccare mai le pentole bollenti o la fiamma, anche se prova ad avvicinarsi. Il forno anche deve essere dotato di vetro atermico o comunque di protezione.

Via qualsiasi coltello o posata tagliente: tutti questi oggetti devono essere inseriti in credenze abbastanza alte, lontano dalla portata dei piccoli.

Anche il bagno deve essere dotato di appositi sistemi di sicurezza. Uno tra questi consiste nei tappeti antiscivolo sia vicino la vasca, sia vicino la cabina della doccia.

Attenzione anche al lettino del bambino: questo deve essere con sponde alte almeno 80 cm e distanti tra loro almeno 6 cm, in modo che il bambino non vi metta mai la testa.

Se si possiede il camino poi, dotarlo di apposita ringhiera, in modo che il piccolo non possa mai toccare le fiamme. Riguardo gli oggetti da tenere fuori dalla portata dei bambini, si possono citare il telecomando, ma anche qualsiasi soprammobile pesante.

Se si possiede un giardino, assicurarsi che i cancelli siano dotati di sistemi di sicurezza, e stare sempre vicino al piccolo, soprattutto se è presente una piscina. Ricordare anche di tenere lontano tutti gli attrezzi per il giardino.

A volte non si presta molto attenzione ai piccoli particolari di tutti i giorni, ma una volta che sarete riusciti a rendere la casa sicura, dormirete sonni più tranquilli, voi e i vostri figli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui