Quali sono le proprietà dello zenzero?

0
246
Zenzero

Lo zenzero è una pianta che solitamente viene utilizzata come spezia ma anche per le sue proprietà e qualità terapeutiche. Il fusto sotterraneo (rizoma) può essere utilizzato fresco, in polvere, essiccato, o come un olio o succo di frutta. Lo zenzero fa parte della famiglia Zingiberaceae, come lo sono il cardamomo, la curcuma e galangal.

Lo zenzero è ampiamente utilizzato in tutto il mondo per il trattamento di perdita di appetito, nausea e vomito dopo la chirurgia, nausea derivante dal trattamento del cancro, flatulenza, disturbi di stomaco, coliche e la cinetosi.

Alcune persone trovano che lo zenzero li aiuti con i sintomi d’ infezione delle alte vie respiratorie, bronchiti, tosse, crampi mestruali, artrite e dolori muscolari.

In alcune parti del mondo, il succo dello zenzero viene applicato sulla pelle per il trattamento di ustioni.

Lo zenzero è utilizzato anche come aroma dall’industria alimentare e bevande, come spezia e aromatizzante in cucina, e per la fragranza in saponi e cosmetici.

Lo zenzero contiene una sostanza chimica che viene utilizzata come ingrediente di farmaci antiacidi, lassativi e anti-gas.

Zenzero: proprietà terapeutiche

Di seguito sono riportati esempi di alcuni studi scientifici sullle proprietà dello zenzero e dei suoi usi attuali o potenziali di cure mediche.

L’infiammazione del colon

Uno studio ha scoperto che la radice di zenzero somministrato a volontari partecipanti ha ridotto i marcatori di infiammazione nel colon entro un mese.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Cancer Prevention Research.

Gli esperti dicono che l’infiammazione del colon è un precursore del cancro del colon, gli esperti hanno spiegato che riducendo l’infiammazione nel colon una persona riduce il loro rischio di sviluppare il cancro del colon.

Dolore muscolare causato da esercizio fisico

Uno studio condotto su 74 volontari effettuati presso l’Università della Georgia ha trovato che l’assunzione di zenzero tutti i giorni riduce il dolore muscolare indotta da esercizio fisico del 25%.

Nausea causata dalla chemioterapia

Gli integratori di zenzero somministrati insieme a farmaci anti-vomito possono ridurre i sintomi di nausea indotta da chemioterapia del 40%.

I risultati sono stati presentati in una riunione alla American Society of Clinical Oncology, in Florida, nel 2009.

I sintomi dell’ asma

Una capogruppo della Columbia University ha spiegato: “Nel nostro studio, abbiamo dimostrato che i componenti purificati dello zenzero possono lavorare in sinergia con i β-agonisti per rilassare l’ASM (muscolatura liscia bronchiale)”.

Gli scienziati hanno prelevato campioni di tessuto ASM e li hanno esposti ad acetilcolina, un composto che provoca broncocostrizione (restringimento delle vie aeree).

Poi sono stati testati farmaci anti-asma, uniti a estratto di zenzero, mostrando la maggior efficacia di questi farmaci, indicando che questi composti possono alleviare anche i sintomi dell’asma quando viene utilizzato in combinazione con β-agonisti.

Il danno epatico causato da paracetamolo

Il paracetamolo, è un antidolorifico molto conosciuto e antipiretico (riduce la febbre). Tuttavia, il paracetamolo è anche associata ad un più alto rischio di danni al fegato (epatotossicità), in particolare tra i pazienti con disturbi epatici.

I ricercatori del Centro Nazionale delle Ricerche in Egitto dicono: “I nostri risultati hanno dimostrato che lo zenzero può prevenire le lesioni epatiche, alleviare lo stress ossidativo in maniera paragonabile a quella della vitamina E. La terapia in combinazione di zenzero e paracetamolo è consigliato soprattutto nei casi di disturbi epatici (del fegato) o quando sono richieste alte dosi di paracetamolo. ”

Dismenorrea (mestruazioni dolorose)

Lo zenzero può aiutare a ridurre i sintomi dei dolori mestruali. Settanta studenti di sesso femminile sono stati divisi in due gruppi:

Il gruppo che ha assunto zenzero e il gruppo che ha preso capsule contenenti placebo.
I partecipanti hanno preso le loro capsule per tre giorni all’inizio dei loro cicli mestruali. I ricercatori hanno scoperto che l’ 82.85% delle donne che assumono le capsule di zenzero ha riportato miglioramenti nei sintomi di dolore rispetto al 47.05% di quelli trattati con placebo.

Emicrania

Alcuni studi hanno dimostrato che lo zenzero in polvere può aiutare ad alleviare i sintomi di emicrania. Può essere paragonato a farmaci che curano l’emicrania, mentre gli effetti collaterali sono decisamente meno rispetto al farmaco!

Zenzero e controindicazioni

In caso di assunzione quotidiana o meno di farmaci, l’uso di erbe potrebbe interagire con alcuni farmaci. Pertanto, è importante parlare con il proprio medico prima di prendere lo zenzero, sia fresco che in polvere.

Non si deve assumere lo zenzero se si soffre di un disturbo della coagulazione o si prendono farmaci che fluidificano il sangue (come ad es. l’aspirina).

Gli effetti collaterali del consumo di zenzero sono rari, ma potrebbero insorgere:

  • diarrea
  • bruciore di stomaco
  • mal di stomaco
  • irritazione della bocca

In caso vogliate assumere zenzero, vi posso consigliare di tenere la radice in frigorifero, dura per parecchio tempo, in alternativa esisteno le capsule di zenzero oppure lo zenzero in polvere Bio, sempre pronto all’utilizzo e comodissimo da usare nelle varie ricette.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui