Dolore alle gambe: cause e rimedi

0
86
Dolori alle gambe

Il dolore alle gambe è un sintomo comune di trauma o malattia.

Esistono molte cause di dolore alle gambe. Le cause traumatiche includono lesioni sportive, mentre altre cause possono riguardare i vasi sanguigni, le articolazioni, i nervi, i muscoli, i tessuti molli o le ossa.

Il corso del trattamento dipende dalla causa del dolore alle gambe.

Il dolore alle gambe può spesso essere curato a casa, ma se il dolore è improvviso, grave o persistente o se ci sono altri sintomi, potrebbe essere necessario consultare un medico.

Questo articolo esaminerà alcune cause comuni di dolore alle gambe e alcuni trattamenti domestici.

Punti chiave sul dolore alle gambe.

  • Le cause del dolore alle gambe possono essere muscolo-scheletriche, neurologiche o vascolari.
  • Stecche dello stinco e fratture da stress possono derivare da sport come la corsa.
  • Il dolore alle gambe può talvolta indicare un grave problema vascolare.
  • Molti tipi di dolore possono essere curati a casa, ma un dolore grave o persistente può indicare una condizione da non ignorare.

Perchè abbiamo dolore alle gambe?

Il dolore si verifica quando i nervi rispondono a stimoli come livelli elevati di pressione, alte o basse temperature e sostanze chimiche, che possono essere rilasciati da danni ai vari tessuti.

Il dolore alle gambe può essere acuto, paralizzante, radiante o dolorante, può dare formicolio o bruciore.

Può anche essere acuto, significa improvviso e di breve durata, oppure può anche essere cronico e persistente. La gravità può essere valutata su una scala da 1 a 10 o da lieve a grave.

Gli infortuni subiti durante una sessione sportiva o in un incidente sono normalmente acuti e traumatici. La persona può spesso identificare la causa.

Altre cause, come l’ arteriopatia periferica (PAD), tendono ad accumularsi nel tempo, sebbene la persona possa essere in grado di individuare l’insorgenza del dolore.

Alcune lesioni sportive si accumulano nel tempo, come lesioni da sforzo ripetitivo e fratture da stress. Le lesioni traumatiche possono anche diventare problemi a lungo termine o cronici se l’individuo non riposa o non riceve cure adeguate.

È importante essere consapevoli di ciò che stava accadendo prima e nel momento in cui è emerso il dolore alle gambe, poiché questo può aiutare a trovare un trattamento medico.

Le cause

Il dolore alle gambe può essere principalmente classificato come muscolo-scheletrico, vascolare o neurologico oppure possono sovrapporsi.

Dolore muscolo-scheletrico : esempi sono il crepitio, riconosciuto da un suono scoppiettante o crepitante nel ginocchio o l’ artrite, una malattia autoimmune che colpisce le articolazioni dell’anca, del ginocchio o della caviglia. Se un muscolo, un legamento o un tendine sono tesi, ad esempio durante una caduta, qualsiasi dolore sarà muscolo-scheletrico.

Anche i crampi notturni, la sindrome compartimentale e le fratture da stress sono problemi muscolo-scheletrici.

Dolore vascolare : le cause includono PAD, trombosi venosa profonda (TVP), cellulite , infezioni, vene varicose ed eczema varicoso, in cui il dolore è accompagnato da scolorimento della cute.

Dolore neurologico : le condizioni includono la sindrome delle gambe senza riposo , in cui le gambe si contraggono in modo incontrollato, la neuropatia o il danno ai nervi e il dolore ai nervi sciatici. Il dolore neurologico può essere presente anche a riposo.

Vediamo alcuni di questi in modo più dettagliato.

Diverse cause di dolore alle gambe possono avere sintomi simili. Ottenere una diagnosi corretta aumenta le possibilità di ricevere un trattamento adeguato, se necessario. Identificare i sintomi e la loro insorgenza può aiutare a trovare una diagnosi specifica.

Crampi alle gambe o cavalli Charley

I cavalli Charley sono episodi transitori di dolore che possono durare diversi minuti. Il muscolo, di solito il polpaccio nella parte posteriore della parte inferiore della gamba, si stringe e va in spasmo.

I crampi invece sono più comuni di notte e nelle persone di mezza età. Si stima che 1 persona su 3 di età superiore ai 60 anni soffra di crampi notturni e il 40% con 3 attacchi alla settimana.

PAD

Il PAD può causare dolore alla gamba a causa di una cattiva circolazione. Senza trattamento, può essere fatale. Il sintomo chiave è la claudicatio intermittens.

La claudicatio intermittens causa un restringimento dell’afflusso di sangue ai muscoli delle gambe. La conseguente mancanza di ossigeno e sostanze nutritive provoca dolore.

La claudicazione comporta:

  • un dolore muscolare simile a un crampo durante l’esercizio o lo sforzo
  • dolore ai glutei, alle cosce, ai polpacci e ai piedi
  • dolore quando si cammina o si sale le scale

I crampi si verificano costantemente dopo le stesse distanze di camminata e spesso si rilassano nel riposo

La trombosi venosa profonda si riferisce a un coagulo di sangue nelle vene profonde della gamba. Può emergere dopo aver trascorso molto tempo seduto, ad esempio, su un volo a lunga distanza.

I sintomi includono gonfiore e una sensazione calda e dolorosa su un lato della gamba. Ciò può verificarsi solo quando si cammina o si alza in piedi.

Il coagulo può dissolversi da solo, ma se la persona avverte vertigini e improvvisa mancanza di respiro, o se tossisce sangue, è necessaria una visita urgente.

Questi potrebbero essere segni che la TVP si è sviluppata in un’embolia polmonare o in un coagulo di sangue nel polmone.

I problemi vascolari possono essere gravi. Sia PAD che TVP possono presentarsi senza sintomi. Le persone il cui stile di vita o anamnesi li rende soggetti a problemi vascolari nella gamba devono essere consapevoli dei possibili sintomi.

Stecche dello stinco

Impegnarsi in uno sforzo intenso durante lo sport può portare a diversi tipi di lesioni.

Correre può creare forze d’impatto ripetitive che sovraccaricano muscoli e tendini. La forza eccessiva fa gonfiare i muscoli e aumenta la pressione sull’osso, causando dolore e infiammazione. Il dolore si risolve dopo un riposo dall’attività fisica dopo alcune ore o pochi giorni.

Il dolore allo stinco non può essere spiegato da una causa evidente come una frattura.

Fratture e fratture da stress

Una forte pressione, come per una caduta, può portare a fratture. Alcune fratture sono facilmente e immediatamente visibili, con gravi ecchimosi, gonfiore e deformazione dell’arto. Questi normalmente ricevono cure mediche urgenti.

Le fratture da stress sono piccole fratture che possono derivare da stress ripetitivi sostenuti durante lo sport, spesso quando l’intensità dell’attività aumenta troppo rapidamente.

Non ci sono lesioni singole e le fratture sono molto piccole. Il dolore può iniziare in una fase precedente o durante ogni sessione di allenamento e alla fine diventare presente per tutta la durata.

Tendinite al popliteo

Questo produce dolore al ginocchio durante la discesa. È causato dall’infiammazione del tendine del popliteo, molto importante per la stabilità del ginocchio.

Ceppo del tendine del ginocchio

Spesso associato alla corsa, una tensione del tendine del ginocchio può causare dolore acuto nella parte posteriore del muscolo della coscia, di solito a causa di una lacrima parziale.

Distorsioni e stiramenti di solito si sviluppano a causa dell’allenamento inadeguato della flessibilità, dell’allungamento eccessivo o del mancato riscaldamento prima dell’ attività fisica.

Sindrome compartimentale

Quando una lesione alla gamba provoca gonfiore, livelli pericolosi di pressione nei muscoli possono portare a una sindrome compartimentale acuta o cronica. Ciò potrebbe essere dovuto a una frattura o a gravi lividi.

Il gonfiore provoca l’accumulo di pressione fino a quando l’afflusso di sangue al tessuto muscolare viene interrotto, esaurendo i muscoli di ossigeno e nutrimento. Il dolore può anche essere forte.

Nei casi più gravi, il dolore precoce può essere seguito da intorpidimento e paralisi. In questo caso potrebbero verificarsi danni permanenti ai muscoli.

Dolore al nervo sciatico

La sciatica si verifica quando la pressione viene esercitata su un nervo, spesso nella colonna vertebrale, portando a dolori che scorrono lungo la gamba dall’anca al piede.

Può accadere quando un nervo viene pizzicato in uno spasmo muscolare o spesso da un’ernia del disco.

Gli effetti a lungo termine includono la tensione su altre parti del corpo mentre l’andatura cambia per compensare il dolore.

Cancro ovarico

Il carcinoma ovarico può causare dolore e gonfiore alle gambe.

Trattamento domiciliare

Molti casi di dolore alle gambe possono essere risolti a casa, senza intervento medico.

Soluzioni fai da te per i crampi muscolari

Se sono state escluse gravi cause per i crampi, possono essere appropriate misure di auto soluzione.

Gli antidolorifici non miglioreranno i crampi alle gambe , perché iniziano improvvisamente, ma allungare e massaggiare il muscolo può aiutare.

Per alleviare il dolore quando si verificano crampi:

  • Tieni la punta del piede e tirala verso il corpo, mentre raddrizzi la gamba.
  • Cammina sui talloni fino a quando il crampo si allenta.

Per prevenire i crampi:

  • Allunga e riscalda sempre prima e dopo l’esercizio.
  • Evita la disidratazione bevendo 1,5lt di acqua al giorno.
  • Limita la caffeina e derivati.
  • Assumi regolarmente frutta e verdura.
  • Allunga e massaggia regolarmente utilizzando creme per le gambe fai da te.

Trattamento degli infortuni sportivi

Gli infortuni sportivi minori, come distorsioni delle gambe e stiramenti possono essere trattati con:

  • Riposo: per prevenire ulteriori lesioni, è necessario il giusto periodo di riposo per ridurre il gonfiore.
  • Ghiaccio: per ridurre gonfiore, infiammazione e dolore. Applicato per 20 minuti avvolto in un panno.
  • Compressione: utilizzare un bendaggio elastico, avvolto bene ma non troppo stretto, per ridurre gonfiore e dolore.
  • Elevazione: sollevare la gamba sopra il livello del cuore in modo che la gravità aiuti il drenaggio, per ridurre gonfiore e dolore.

Farmaci come il paracetamolo o i farmaci antinfiammatori non steroidei possono aiutare a ridurre il dolore, ma se il dolore persiste per più di 72 ore, consultare un medico specialista.

Un ritorno all’attività dovrebbe essere graduale nella sua intensità, per aumentare in totale sicurezza la flessibilità, la forza e la resistenza.

->Abbiamo selezionato le migliori proposte online con migliaia di recensioni dei clienti se desideri acquistare bende elastiche o impacchi di ghiaccio.

Problemi circolatori

È necessaria l’aiuto di un medico per la claudicazione e altri sintomi di malattie vascolari, a causa del rischio di infarto o ictus.

Per ridurre i fattori di rischio cardiovascolare, è consigliabile:

  • smettere di fumare
  • fare esercizio fisico moderato, come raccomandato da un medico
  • gestire i livelli di zucchero nel sangue e il colesterolo
  • controllare la pressione sanguigna
  • l’esercizio fisico costante e una dieta variegata sono molto utili. Coloro che hanno un piano di trattamento per una patologia cardiovascolare o di altro tipo dovrebbero seguirlo attentamente.

Il dolore alle gambe ha molte cause diverse e i sintomi spesso si sovrappongono. Se persistono, peggiorano o rendono la vita complicata, bisogna consultare un medico.

Una strategia di diagnosi precoce può aiutare a escludere cause inadeguate, restringere le possibilità e fornire un intervento tempestivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui