Bruciori di stomaco: stai attento a questi alimenti

0
190
bruciori di stomaco

Soffrire di mal di stomaco, bruciori e pesantezza è molto comune oggi giorno, grazie ad abitudini sbagliate ed alcuni cibi e bevande che favoriscono questi disturbi, in più se soffrite di reflusso il disturbo peggiora notevolmente.

Siamo tutti coscienti che uno stile di vita sano associata ad una regolare attività fisica è fondamentale per stare bene e in salute. Allo stesso tempo è importante capire che ci sono alcuni alimenti, che nonostante siano molto utili per la nostra dieta, per soggetti delicati di stomaco possono creare un’ulteriore difficoltà alla digestione.

Vediamo come riconoscere quegli alimenti da tenere sott’occhio.

Bruciori di stomaco, i cibi da eliminare

Formaggi, panna e uova: sono cibi molto grassi che agiscono sulla secrezione di determinati ormoni, inibiscono la produzione di acidi, quindi il pasto viene smaltito più lentamente appesantendo la digestione.

Aglio e cipolla: possono ostacolare la digestione in chi fatica a digerire i suoi componenti, come anche cetrioli e peperoni.

Pepe: vero nemico dello stomaco, è molto irritante per le pareti di quest’organo e può provocare una serie d’infiammazioni.

Cioccolato: nonostante l’appagamento che regala è uno dei cibi peggiori per chi ha il reflusso gastrico, crea parecchio bruciore di stomaco, se proprio non potete farne a meno scegliete quello alla cannella, accompagnato da un paio di biscotti fatti in casa.

Gli agrumi: acidi per natura, i limoni ma tutti gli agrumi in genere causano acidità di stomaco, meglio non assumerli la sera ma preferirli per un cosnumo mattutino, come spremuta o come spuntino.

Salame: chi soffre di gastrite cronica dovrebbe limitare i salumi e gli insaccati in generale, ma siccome sono molto presenti nella nostra dieta cercate di limitarli il più possibile. Se proprio non possiamo farne a meno, meglio scegliere la bresaola, il prosciutto crudo non troppo salato e il prosciutto cotto.

Il bollito: la carne bollita perde tutti gli elementi nutritivi, rendendo più difficoltosa la sua digestione, oltre ad essere parecchio grassa.

Ortaggi: alcuni vegetali come i legumi, i broccoli e i cavoli, se mangiati in grosse quantità causano gonfiore, nausea ed eruttazione.

Fritti: per chi soffre di acidità di stomaco è molto importante eliminare il più possibile dalla dieta fritti e grassi. Meglio assumere grassi buoni come Omega 3, contenuti in pesce, noci, mandorle e in tantissimi altri alimenti.

Alcolici: se soffri davvero di bruciori di stomaco, è indispensabile eliminare i super alcolici, ma anche vino e birra, seppur più leggeri rispetto ai precedenti non danno giovamento al nostro stomaco

Caffè e tè: cercate di eliminare o limitare anche queste 2 bevande, un assunzione continuativa può alimentare il disturbo, se proprio non potete farne a meno eliminate lo zucchero.

Ascoltate il vostro fisico

Prima di arrivare ad un punto di non ritorno, cercate di capire e ascoltare i vostri disturbi, il vostro corpo vi lancia i segnali, sta a voi capire cosa sbagliate, che sia lo stile di vita, l’alimentazione sbagliata o una situazione che vi porta a non stare bene.

Possibilmente scegliete cibi di qualità e bio, prestate attenzione alla provenienza e alla stagionalità di frutta e verdura. Coinvolgete anche i vostri bambini nella scelta dei cibi, spesso nella zona dove vivete potete trovare aziende agricole che vi permetteranno di raccogliere voi stessi i frutti della terra, i vostri figli cresceranno così con più consapevolezza, interesse e curiosità per quello che portate in tavola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui