Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Bacche di Goji: proprietà e controindicazioni

Le bacche di Goji sono da qualche anno reperibili in tutti i supermercati italiani, ma non tutti ancora sanno cosa sono quelle piccole bacche di colore rosso, apparentemente somiglianti a piccoli peperoncini: queste bacche, utilizzate tradizionalmente nei paesi orientali, sono considerati dei veri e propri elisir di salute e bellezza grazie alle molteplici proprietà che vantano.
Frutti, nella realtà, di due diverse piante, ovvero il Lycium barbarum ed il Lycium chinense, sono stati importati in occidente negli anni Settanta, e con loro le proprietà attribuite alle piccole bacche rosse dai popoli orientali. Sebbene i benefici che dipenderebbero dal consumo delle due piante non siano dimostrati scientificamente, allo stesso tempo le bacche di Goji risultano ad analisi ricche di sostanze che potrebbero influire positivamente sull’organismo umano.

Le popolazioni asiatiche, che coltivano da millenni il Lycium, attribuiscono alle bacche enormi qualità antiossidanti, innanzitutto: la loro azione combatte i radicali liberi, permettendo alle cellule dell’organismo di rigenerarsi più rapidamente e completamente, rallentando in questo modo non solo gli effetti del passare del tempo, ma aiutando a prevenire anche malattie come il cancro.

La funzione antitumorale delle bacche, a quanto sostenuto da una ricerca mirata effettuata nel merito, sarebbe ancora più efficace nei tumori della pelle, dal momento che le bacche aiuterebbero a rallentare la diffusione delle cellule malate.

I frutti, inoltre, sono ricchi di vitamina C, e questo li rende ottimi alleati per rafforzare il sistema immunitario, prevenendo malanni stagionali e raffreddori, oltre che un aiuto per stabilizzare i livelli di acido folico nell’organismo.
Le bacche avrebbero anche una forte funzione antinfiammatoria, mentre alcuni nutrienti di cui sono ricche, come la luteina, aiutano il funzionamento degli occhi.

La grande quantità i grassi buoni, ovvero gli omega – 3, aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo nel sangue, permettendo un buon funzionamento del sistema cardiocircolatorio, e di controllare l’indice glicemico, dal momento che il Lycium è povero di zuccheri, caratteristica che lo rende adatto anche a regimi dietetici ipocalorici.

Bacche di goji: proprietà e controindicazioni

Allo stesso modo, però, la ricchezza di nutrienti che caratterizza le bacche di Goji rende indispensabile l’attenzione alle quantità consumate, che non devono essere mai eccessive, in modo particolare se si soffre di alcune patologie.
Chi soffre di problemi relativi alla pressione arteriosa, che sia alta o bassa, deve fare attenzione prima di tutto perchè i vivaci frutti del Lycium tendono a creare sbalzi pressori, così come possono abbassare, e rapidamente, l’indice di glicemia del sangue, caratteristica che ne rende il consumo poco adatto a chi soffre di diabete.

Allo stesso modo, le bacche possono rischiare di interagire con alcuni farmaci, soprattutto quelli utilizzati per le patologie sopraelencate, ragion per cui è indispensabile parlare con il proprio medico curante prima di iniziare un consumo abituale delle bacche di Goji.
Meglio evitarle, inoltre, in gravidanza o in allattamento, a causa dell’elevato tasso di selenio contenuto nei frutti, ragion per cui devono essere ben controllate le quantità anche nei bambini, e sempre dopo consultazione del pediatra.

Tag:

Lascia un tuo commento