Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Ansia: come combatterla e curarla per sempre

Sono molte le persone, al giorno d’oggi, che soffrono di ansia; la velocità e la complessità della vita moderna porta, a qualunque età, a dover affrontare incessantemente situazioni stressanti, che possono portare a sviluppare problemi ancora più gravi, come angoscia e, soprattutto, depressione.

Solitamente l’ansia è accompagnata da fenomeni di nervosismo e tensione e da altri di natura fisiologica, come tremore e palpitazioni, ma anche da nausea e insonnia incessante. Per non sviluppare ansia cronica è importante cercare dei rimedi per combatterla dopo le prime manifestazioni; solo attivandosi immediatamente sarà possibile evitare una sua ricomparsa.

Come combattere l’ansia.

 

  • -Un primo passo che può essere adottato è quello di tenere un diario in cui esprimersi liberamente; in particolare, sarà necessario annotare, al termine di ogni giornata, il livello d’ansia manifestato nel corso delle varie attività esercitate.
    In questo modo sarà possibile comprendere quali relazioni esistono tra i pensieri e le emozioni, oltre a capire quali siano le maggiori paure. Quest’ultimo punto è fondamentale; essere a conoscenza delle proprie paure è necessario per provare a padroneggiarle.
  • -Un altro consiglio è quello di imparare delle tecniche di rilassamento, praticandole ogni giorno; la cosa importante è non rinunciare, anche nel caso in cui i primi tentativi non dovessero fornire i risultati sperati. Probabilmente, le prime sedute potrebbero portare anche ad un aumento del livello d’ansia (dovuto in larga parte alla novità) ma, se praticate assiduamente, il rilassamento diventerà senza dubbio un’abitudine utile e piacevole. Alla fine, si riuscirà ad apprezzare il fatto che il rilassamento fisico può portare ad una simile reazione a livello mentale. Tra le diverse pratiche di rilassamento, quelle che sembrano dare i migliori risultati sono il training autogeno, la meditazione e lo yoga.
  • -Oltre a rilassarsi è importante praticare regolarmente esercizio fisico; sono sufficienti 30 minuti al giorno per ottenere risultati, a patto che si provi piacere nel praticare lo sport scelto. In alternativa, una semplice passeggiata, sempre di mezz’ora, porta degli ottimi benefici.
  • -A molte persone può sembrare impossibile, ma alimentarsi in modo corretto può portare ad una riduzione dell’ansia. Fenomeni come intolleranze alimentari o l’abuso di sostanze stimolanti come il caffè (oppure tè e coca cola) possono avere un effetto negativo sull’ansia. Anche ridurre i dolci è un’ottima scelta, in quanto una condizione fisica caratterizzata da ipoglicemia può causare ansia.
  • -Per quanto riguarda gli interessi, è importante coltivare le amicizie. Avere l’opportunità di trascorrere del tempo libero con persone in grado di apprezzare le qualità è un modo per ridurre l’autocritica. Quest’ultima, infatti, è una delle tipiche manifestazioni di chi è ansioso. Per ridurre tali fenomeni cercare di essere più indulgenti con se stessi; sostituire, nella maggior parte dei casi, delle frasi negative con altre volte ad esaltare le proprie azioni positive.
  • -Infine, ogni giorno ritagliarsi dei momenti da dedicare ad attività che abbiano la possibilità di rilassare; anche in giornate attraversate da numerosi impegni, concedersi un’ora libera per ascoltare musica, per leggere un libro o per guardare il proprio programma televisivo preferito.

Post che potrebbero interessarti:

Tag:

Lascia un tuo commento