Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Risparmio energetico: guida al bucato green

Il bucato in lavatrice è una delle attività casalinghe che prevede un alto consumo energetico e anche l’uso di una certa quantità di detersivi che potrebbero inquinare irreparabilmente l’ambiente.
Ecco quindi 10 consigli per limitare il consumo di energia quando si usa la lavatrice e per rispettare l’ambiente con un bucato “green”.

1) Sostituire lavatrici troppo vecchie
Le vecchie lavatrici non sono state progettate con le categorie di risparmio come quelle di oggi. La categoria A+++ è la migliore e garantisce il massimo risparmio energetico, ma vanno bene comunque tutte quelle contrassegnate dalla lettera “A”. La meno economica è la “D”. Per l’acquisto di una nuova lavatrice approfittate anche dei periodici eco-incentivi che possono anche includere la riconsegna dell’usato senza altre incombenze per lo smaltimento a norma.

2) Il marchio europeo IMQ
Nell’acquistare la nuova lavatrice è importante controllare il marchio che deve essere IMQ o comunque uno di quelli riconosciuti dalla Comunità Europea. In tal modo la lavatrice non solo sarà garantita in termini di sicurezza, ma anche in termini di consumi riguardo ai detersivi e alla quantità di acqua impiegata per i vari lavaggi.
L’etichetta talvolta riporta anche il marchio Eco-label, un ulteriore segno di garanzia del marchio europeo per i bassi consumi energetici.

3) Usate la lavatrice a pieno carico
Evitate di fare più lavaggi se la lavatrice con è pieno a carico, soprattutto se si tratta dei nuovi elettrodomestici che hanno una portata anche fino a 8 kg. In tal modo sfrutterete al massimo la capienza e userete la stessa quantità di energia elettrica per ottenere la massima resa.

4) Usate una temperatura di lavaggio media
Il ciclo di lavaggio che consuma più energia è quello a 90° ma non è necessario usare una temperatura così alta anche per le macchie ostinate o per lavare tendaggi e lenzuola.
Usando i detersivi giusti e aggiungendo un cucchiaio di bicarbonato di sodio, potete risparmiare energia e avere il bianco che desiderate anche a 40°.
5) Evitate il prelavaggio
Molte casalinghe usano il prelavaggio per trattare i capi bianchi o molto sporchi. Evitatelo e in alternativa pre-trattate a mano. Pretrattare in lavatrice consuma un terzo in più di energia e aumenta il consumo di acqua.

6) Non eccedete con i detersivi
Fate anche attenzione a non eccedere con i detersivi rispettando le dosi riportate sull’etichetta del prodotto. Le moderne lavatrici infatti usano meno acqua e, di conseguenza hanno anche bisogno di quantità di detersivi minori. A tale proposito risultano molto utili i detersivi per lavatrice pre-dosati che trovate nei supermercati.

7) Risciacquo con acqua fredda
Le moderne lavatrici hanno una funzione molto utile che permette di mettere in pausa il ciclo di lavaggio e passare eventualmente all’uso dell’acqua calda. E’ utile farlo soprattutto con il risciacquo, che può avvenire con acqua fredda, per poi far ripartire il lavaggio da dove lo avevate interrotto.

8) Usate la lavatrice di sera o nei festivi
Le fasce a minor consumo energetico sono generalmente le ore serali e i giorni festivi. Il risparmio di energia è agevolato anche grazie all’uso delle multiprese elettriche che permettono di non lasciare “in corrente” l’elettrodomestico e spegnere eventualmente più dispositivi contemporaneamente. In tal modo è stato stimato un risparmio annuo di circa 120 euro.

9) Evitate l’asciugatura automatica
Molte delle lavatrici moderne hanno un’ulteriore funzione di asciugatura alla fine del lavaggio. E’ un ulteriore consumo energetico che potete evitare asciugando la biancheria nel modo tradizionale, al sole.

10) Manutenzione della lavatrice
Una lavatrice anche se nuova ha comunque bisogno di una costante manutenzione per essere del tutto efficiente: pulite periodicamente il filtro ma anche la vaschetta dove versate il detersivo, specie quello in polvere eliminando i residui; eseguite una pulizia profonda delle sistema idraulico con anti calcare e aceto. Inoltre se l’acqua nella vostra zona è molto dura fate un trattamento anticalcare alla vostra lavatrice ogni 2 mesi aggiungendo aceto in un ciclo a vuoto.

Tag:

Lascia un tuo commento