Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Come togliere il ghiaccio dal parabrezza senza rovinarlo.

sbrinare parabrezzaPer tirare via il ghiaccio dal parabrezza in modo corretto ci sono poche regole da sapere, ma molto utili, il rischio è di danneggiare in maniera irreversibile il vetro della nostra auto.
Con l’arrivo della stagione invernale, per chi non ha la possibilità di tenere l’auto al riparo, si presenta puntuale ogni giorno questo problema.
Vi segnaleremo alcuni metodi naturali ed economici per sghiacciare il parabrezza ed anche per prevenire la formazione del ghiaccio.
Il metodo più banale per evitare il formarsi del ghiaccio dai vetri è quella di coprire con un panno sufficientemente grande o con un cartone di dimensioni adeguate.
Se invece vi trovate impreparati al momento di partire in auto, potete:

  • usare una bomboletta spray, questa soluzione è estremamente rapida ma al contempo costosa, questi tipi di bombolette sono piccole, costose ed emettono sostanze dannose per l’ambiente, in più lasceranno fastidiosi aloni sul vetro;
  • acqua tiepida e alcool, sicuramente una soluzione molto economica e naturale, il liquido si prepara unendo in una bottiglia o uno spruzzino 2 parti di acqua e 1 parte di alcool, per poi versarla sul vetro;
  • acqua tiepida e sale, mettere in una bottiglia una manciata di sale fino e riempirla con acqua tiepida, mescolare e buttare l’acqua sul parabrezza;
  • usare il raschietto di plastica, questa soluzione è quella più diffusa e semplice, è a costo zero (a parte il prezzo del raschietto) e non rovina il vetro del parabrezza dell’auto.

Se invece volete evitare la formazione del ghiaccio sul vostro parabrezza auto, dovete spargere sui vetri dell’auto la sera prima, un composto a base di 3 parti di aceto e una di acqua.

Cosa non fare assolutamente:
non buttare assolutamente acqua molto calda sul vetro, rischiando cosi uno shock termico che rischia di far crepare il parabrezza e rovinare i tergi e le parti in gomma;
non utilizzare solamente l’impianto di riscaldamento, ci vorrebbero minimo 10 minuti e si avrebbe solo un maggiore inquinamento e consumo di carburante.

Post che potrebbero interessarti:

Tag:

Lascia un tuo commento