Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Biologico si: ma attenti agli inganni

Il biologico, che sia alimentare o cosmetico, dovrebbe essere qualcosa di realmente bio, quindi realizzato con tecniche e strumenti eco sostenibili, a basso impatto ambientale e senza uso di pesticidi. Il tutto controllato da enti certificatori.

Ma spesso, i più furbi prendono l’onda del mercato, e cercano di ingannare i consumatori con prodotti non realmente “biologici”. Se vi trovate davanti ad uno shampoo che si chiama “BIO”, questo non vuol dire che abbia all’interno tutti prodotti biologici, spesso questo termine è utilizzato in modo fraudolento.

L’unico modo per non cadere nella trappola è sapere leggere l’inci(per i cosmetici), e la lista degli ingredienti per l’alimentare, e controllare se un ente ne ha veramente certificato le componenti.

Cosa non deve avere il nostro cosmetico all’interno.

Innanzitutto non comperiamo cosmetici che contengono i siliconi, se presenti nella prima parte degli ingredienti, quelli che promettono un “effetto seta” sulla pelle, che alla lunga provocano secchezza e occlusione dei pori, così da peggiorare la bellezza della vostra pelle.

In secondo luogo, ma non di importanza(anzi), ci sono i petrolati, derivati dal petrolio e quindi cancerogeni, che danno la sensazione di nutrire e idratare, anche questi componenti seccano e non fanno traspirare la pelle.

I conservanti invece, hanno il compito di fare durare a lungo il cosmetico, e spesso vengono utilizzati conservanti dannosi per salute, come ad esempio il dimethicone.

 

PETROLATI

  • Mineral oil
    Petrolatum
    Paraffinum liquidum
    Cera microcristallina
    Vaselina(se non certificata da un autorità competente)
    Paraffina
    Microcrystalline Wax

SILICONI

  • (-thicone; -xiloxane; -silanoil)
    Dimethicone
    Amodimethicone
    Cyclomethicone
    Ciclopentasiloxane
    Dimethiconol
    Trimethylsiloxysilicate

CONSERVANTI

  • Imidazolidinyl urea
    Diazolidinyl urea
    Methylchloroisothiazolinone
    Methylisothiazolinone
    Formaldheyde
    DMDM hydantoin
    Benzylhemiformal, 2-bromo, 2-nitropropane 1,3-diol, 5-bromo, 5-nitro, 1,3-dioxane
    methyldibromo glutaronitrile
    sodium hydroxymethylglycinate

ALTRI:

  • Monoethanolamine (MEA) (es: Cocamide Mea)
    Triethanolamine (TEA) (es: Cocamide Tea)
    Diethanolamine (DEA) (es: Cocamide Dea)
    SLS – Sodium Lauryl Sulfate Ammonium Lauryl Sulfate
    PEG – Polietilenglicole
    PPG
    Triclosan
    5-cloro-2-(2,4-diclorofenossi) fenolo
    BHA – butilidrossianisolo – E320
    BHT – butilidrossitoluene – E321

Fonte tabella: carlitadolce.com

Cosa deve avere all’interno un cosmetico

Per prima cosa è bene sottolineare che gli ingredienti visti sopra, dannosi a lungo termine ad alte concentrazioni, sono tollerati e ammessi se vengono negli ultimi posti dell’ INCI, comunque è sempre bene non acquistare prodotti contenenti voci nella tabella precedente.

C’è una voce nel vostro INCI che non sapete di che cosa si tratta? Consultate il biodizionario, qui troverete tutto quello che cercate.

Post che potrebbero interessarti:

Tag:

Lascia un tuo commento